matrimonio-e-religione

Tutto ciò che dovete sapere per indovinare il vostro matrimonio...

From july 2011






menu left
Accoglienza
Contattar-mi
© Claude Danis
Prima del matrimonio L'unione libera
Perché sposarsi?
Fare la buona scelta
I fidanzamenti
Come arrivare vergine?
Legislazione del matrimonio
Il matrimonio civile / PACS
Regime patrimonial
Codice Civile
Allo straniero
Tra omosessuali
Matrimonio bianco, truffa ed immigrazione:  Il "Bezness"
Le rimozioni di bambini
Il matrimonio religioso Cattolico o protestante Matrimonio Ortodosso Matrimonio ebreo
Matrimonio musulmano
Altri religioni
Matrimonio inter-religioso
Una cerimonia laica
In pratica...
Coach di matrimonio
Le tenute di matrimonio
Il corteo
Servizi foto-video
Il vino di onore
Il pasto di nozze
Il discorso
Dopo il matrimonio
lo viaggio di matrimonio
I ringraziamenti
La vita di coppia 
In caso di conflitto
Parenti acquisiti per matrimonio
Morale e vita sessuali Anniversari di matrimonio 
Un poco di psicologia
Regole di oro del dialogo
Test di personalità
Test di conoscenza reciproca Per riconciliarsi
Google analytics


Il matrimonio cristiano

 

Il matrimonio cattolico.

Il matrimonio è considerato dalla chiesa Cattolica come un sacramento, vale a dire "un segno visibile della grazia di Dio."' Allo stesso titolo che i sei altri che sono il battesimo, la conferma, l'estrema unzione, la confessione e la consacrazione al sacerdozio. È un sacramento amministrato dai coniugi loro stessi, il celebrante che è testimone.
È per questa ragione che il nuovo matrimonio di una persona divorziata, già sposata alla chiesa, non è possibile. Tuttavia, prima di o dopo il nuovo matrimonio civile, si potrà chiedere un tempo di preghiera che evita ogni ambiguità col rituale del sacramento di matrimonio. Si può anche, in certi casi, molto rari, chiedere lo scioglimento del primo matrimonio. 

Le condizioni del matrimonio cattolico.

Le condizioni molto ufficiali sono le successive :
- almeno uno dei due congiunti deve essere cattolico, c.ad. battezzato) ;
- nessuno dei coniugi deve essere legato da un matrimonio anteriore religioso valido ;
- devono essere veramente liberi nel loro consenso (libertà)) ;
- l'uomo e la donna si impegnano definitivamente uno verso l'altro (indissolubilità));
- vogliono perseverare nella fedeltà del loro amore per tutta la vita (fedeltà)) ;
- accettano la responsabilità di essere affini (fecondità). 

Una dichiarazione di intenzione deve essere firmata dagli sposi.

Le carte a fornire sono:  Certificato di Battesimo, Certificato di cresima, Certificato di libero, Attestato di frequenza del corso matrimoniale

La preparazione del libretto

La preparazione della cerimonia secondo il Rito cattolico è un momento molto importante e delicato, poichè coinvolge personalmente gli sposi, in quanto considerati Ministri nel Sacramento del Matrimonio.

Per l'organizzazione del Rito, gli sposi hanno il compito di scegliere le Letture della Sacra Scrittura (una dall'Antico e una dal Nuovo Testamento), la forma consensuale, la formula per la benedizione degli anelli, la formula per la benedizione nuziale, la preghiera dei fedeli (che può essere affidata e letta da un loro caro) ed i canti.

Annullamento di un matrimonio religioso.

La chiesa può accettare l'annullamento del matrimonio per una trasgressione ai quattro pilastri fondamentali del matrimonio:  fedeltà, indissolubilità, libertà, fecondità. Queste trasgressioni devono esistere dall'inizio del matrimonio...
- Trasgressione fedeltà:  che uno degli sposi ha nascosto a lui altro un amore che è durato prima di e durante il loro matrimonio.
- Fecondità:  che la donna gli ha nascosto, o una sterilità od ogni forma di incapacità a creare con lui.
- Libertà:  che sia stato molto giovane sposandosi e che la chiesa riconosca che la sua unione non è stata scelta liberamente ma sull'impero di una passione effimera, altra considerazione (pressioni familiari)...
- Indissolubilità:  anche principio, unione realizzata troppo rapidamente senza preso di coscienza dell'amore eterno (!)
- Anche, se un si è sposato con l'intenzione di non dare niente. , ma unicamente per tirare ne un vantaggio (acquistare una nazionalità) o un titolo, o una fortuna, o unicamente per servirsi del suo coniuge per saziare le sue pulsioni sessuali senza darsi per tanto a lui, o ancora quello che continuerebbe a vivere esattamente come se era celibe e se lo congiunge non esisteva.
Tutto ciò deve essere presentato al vescovato con prova all'appoggio e deve essere sottomesso al tribunale éclésiastique.

Matrimonio di un cattolico con un divorziato

Il nuovo matrimonio di una persona divorziata, già sposata alla chiesa, non è possibile. Tuttavia, prima di o dopo il nuovo matrimonio civile, si potrà chiedere un tempo di preghiera che evita ogni ambiguità col rituale del sacramento di matrimonio. Si può anche, in certi casi, molto rari, chiedere lo scioglimento del primo matrimonio.

Il matrimonio protestante.

Il matrimonio, in teologia protestante, è uno dei campi privilegiati in che si "visibilise" l'articolazione dello spirituale e del sociale. Del suo punto di vista, il "sì" davanti al sindaco è anche "sì" il davanti a Dio. Non c'è dicotomia tra i due. Non c'è di "sì" civile al quale verrebbe ad aggiungersi "sì" un religiosi, ha non più che lui non ci di "sì" religiosi che non sarebbe anche "sì" un civile. È anche la ragione per la quale l'obbligo legale dell'anteriorità del matrimonio civile sul matrimonio religioso non è stata provata mai, per il protestantesimo, come una pastoia o una costrizione.
""Così, il ruolo della celebrazione religiosa del matrimonio non è di sposare gli interessati, poiché sono passati già davanti al sindaco e che sono impegnati così davanti alla società alla quale appartengono."" La cerimonia si svolge pressappoco come quella del matrimonio cattolico, ma le chiese protestanti non considerano il matrimonio come un sacramento.
La cerimonia si svolge pressappoco come quella del matrimonio cattolico, ma le chiese protestanti non considerano il matrimonio come un sacramento. L'impegno tra gli sposi a stato concretizzato dalla cerimonia civile che precede. Una lettera è rimessa al pastore prima della cerimonia. Il matrimonio, atto di responsabilità ed impegno libero degli sposi uno verso l'altro, fa parte degli altri riti ammisi:  conferma e funerale.
La preparazione sarà imperniata soprattutto sul suo svolgimento:  letture, preghiere, cantici, preghiere e formula di consenso. Gli sposi si impegnano reciprocamente davanti a Dio e la comunità, chiedendo la benedizione divina sul loro matrimonio. L'avvertimento pubblico è il successivo:  "Che l'uomo non divide ciò che Dio ha unito." Dopo la firma del registro per gli sposi ed i loro testimoni, il pastore rimette una bibbia ai nuovi sposi.

Dichiarazione di intenzione

di M. (nome, nome) in vista del suo matrimonio con M. (nome, nome,)
 Al giorno del mio matrimonio, impegnandomi davanti a tutti, voglio in piena libertà, ed in presenza di Dio, creare con..... una vera comunità di vita e di amore, come lo sente la chiesa cattolica nella sua fedeltà al Cristo.
Voglio per questo impegno reciproco, stabilire tra noi un legame sacro che niente, durante la nostra vita, potrà distruggere.
Mi impegno a fare tutto affinché il nostro amore crescesse in una fedeltà totale, ed ad essere per il mio époux/epouse un vero sostegno.
Accetto i bambini che potranno nascere della nostra unione. Noi i éduqurons umanamente e cristianamente avce il migliore di noi stessi.
Credo che il nostro amore ci chiama a superare il nostro egoismo mettendoci al servizio degli altri nel nostro focolare e nella società, lavorando con tutti per più di amore, di giustizia e di pace.
Ho fiducia che Dio benedirà questo progetto di vita e che aiutati per gle ci potremo realizzarlo
(...... qui potete aggiungere delle frasi se l'augurate)
In......... il.........
firma del prete e di voi 

Il nuovo rituale Cattolico (2005): Condizioni precisate da Benoît XVI


Ha alcuni punti delle notizia liturgie del matrimonio, depositata per Benoît XVI in luglio ultimo.
- I fidanzati dovuti stato battezzati e si comunicati per avere accesso al matrimonio.   - Le dispense per disparità di culto saranno rilasciate che dopo colloquio ed esame della motivazione della coppia - I fidanzati cattolici non battezzati dovranno impegnarsi a preparare il loro catéchuménat - Le coppie dovranno avviarsi chiaramente ha alzare i loro bambini nella fede cattolica - La preparazione al matrimonio è obbligatoria. È messa a posto per i vescovato e le organizzazioni del sacerdozio, in collaborazione con le coppie, in gruppo, col celebrante, su parecchi giorni o su parecchi mesi...)
 - La cerimonia è imperniata con più di importanza sull'impegno della coppia alla fedeltà - L'importanza del Saint-esprit è appoggiata durante la cerimonia - L'imposizione delle mani del celebrante su queste della coppia è importante, simboleggia l'unione della chiesa e della coppia.
- Un scambio di presenti col celebrante potuto stato fatto alla fine della cerimonia.
- La decorazione potuto stato discussa per quanto possibile, più a lungo col celebrante che è sorgente dei buoni consigli per la coppia.
Infine, il celebrante appoggerà sul fatto che il suo ruolo non si ferma al giorno del matrimonio. È anche un référent in caso di problemi coniugali, un sostegno nei momenti difficili.

Il Matrimonio ortodosso

Nella chiesa ortodossa, il matrimonio è impossibile con un no-battezzato.
Una persona divorziata dopo un matrimonio cristiano potrà risposarsi religiosamente. Tuttavia, certa riti domanda a questa persona di effettuare un passo di repentance:  per esempio, in Romania, gli si chiede di pregare in sette chiese differenti.
Svolgimento della cerimonia.
I fidanzamenti sono celebrati simbolicamente all'entrata della chiesa:  la pop riceve lo scambio dei consensi dei fidanzati, mette loro un anello poi, di oro al fidanzato e di denaro alla fidanzata. Un amico scambia questi anelli.
Entrando nella chiesa, i futuri sposati tengono ciascuno un grosso cero acceso, come i testimoni. La pop il conduce poi fino all'altare.  Pronuncieranno il loro impegno, faranno tre volte il giro del leggio poi, là dove sono disposti i vangeli. Ricevono poi una corona, segno del sacramento, ha luogo la lettura di testi santi poi.

Per avere altri pareri sulla domanda, potete fare una ricerca su Google, 
battendo:  "    " + "nome     "